Protoplasto: cellula batterica senza parete

Il protoplasto è costituito dal citoplasma e tutti gli organelli dei procarioti, che sono il citoscheletro, il nucleoide e tutte le vescicole. Nel citoplasma troviamo acqua, proteine, zuccheri e acidi nucleici.

Quando parliamo di protoplasto facciamo riferimento ad una cellula batterica che è stata privata della sua parete cellulare. In queste situazioni un batterio per sopravvivere solo se si trova in un ambiente isosmotico. Se l’ambiente è iperosmotico tenderà a perdere acqua, quindi si disidrata. Se l’ambiente è iposmotico tenderà ad acquistare acqua e andrà incontro a lisi.

Solo i micoplasmi sono batteri privi di parete cellulare, ma presentano una membrana plasmatica ricca di steroli che recuperano dall’ambiente.

Citoscheletro

Anche nei procarioti è presente il citoscheletro formato da strutture simili a microtubuli, microfilamenti e filamenti intermedi delle cellule eucariotiche. La funzione di queste proteine è fornire supporto meccanico e facilitare il movimento.

Nucleoide

I procarioti, a differenza degli eucarioti, sono cellule prive di nucleo. Il materiale genetico si trova libero nel citoplasma e viene identificato in una struttura detta nucleoide.

Il nucleoide è una regione dalla forma irregolare all’interno della cellula procariote, che contiene materiale genetico costituito da DNA circolare a doppio filamento. E’ costituito per il 60% da DNA, per il 30% da RNA e per il 10% da proteine.

Struttura di una cellula procariotica

Un’eccezione è rappresentata dai planctomiceti, batteri acquatici che svolgono vita planctonica (si trovano in forma libera) che hanno una membrana nucleare a doppio strato (con la microscopia elettronica a trasmissione si riconosce il doppio strato).

Ribosomi

All’interno del protoplasto ci sono anche i ribosomi. Sono liberi nel citoplasma e sono la sede della sintesi proteica. I ribosomi procariotici sono definiti 70S. La subunità grande è la 50S, mentre la piccola è 30S.

  • 50S comprende rRNA 23S e rRNA 5S.
  • 30S comprende rRNA 16S.

Affinché la sintesi proteica possa cominciare le due sub-unità ribosomiali si assemblano.

Leggi anche: differenze tra cellule eucariotiche e procariotiche

Libro di testo

Gli appunti di microbiologia presenti sul nostro sito sono quelli che io stesso ho utilizzato per preparare l’esame. Come saprete, però, i libri di testo sono indispensabili perché ci permettono di addentrarci più a fondo negli argomenti e ci permettono di capire gli argomenti che a lezione sono stati poco chiari. Clicca qui per i libri di microbiologia consigliati per gli studenti di biologia. Io personalmente, per preparare l’esame, ho usato il Brock.


Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, il materiale didattico che ho utilizzato per lo studio. Gli appunti sono una sintesi tra appunti di lezione, libri di testo, slide, materiale trovato online. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *