Conta vitale su piastra

Esistono vari metodi per misurare la crescita microbica che ci permettono di determinare i tassi di crescita e i tempi di generazione.

Leggi anche: analisi matematica della crescita microbica

Conta vitale e diluizioni

La conta vitale è un metodo che consente di contare solo cellule vive presenti in una sospensione batterica. Tale metodo si definisce anche conta su piastra o conta delle colonie (CFU). Una colonia corrisponde ad un batterio soltanto, perché deriva dalla replicazione di una singola cellula batterica.



Di una coltura batterica possiamo fare una misura della torbidità per avere un’idea di quante cellule totali abbiamo (conta totale), dopo possiamo andare a vedere quante sono le cellule vive seminando i batteri su piastra.

La semina su piastra si può eseguire secondo modalità differenti:

  • Piastramento in superficie (o per spatolamento) di un campione opportunamente diluito.
  • Piastramento per inclusione, che viene utilizzato quando bisogna piastrare volumi elevati superiori a 1ml. L’aliquota di batteri viene prelevata e aggiunta nell’agar prima che solidifichi, quindi quando è a una temperatura di circa 50°.
  • Piastramento per inclusione in agar soffice (soft agar) se abbiamo batteri sensibili alla temperatura. L’agar soffice solidifica a temperature più basse e quindi con questo metodo possiamo fare la conta vitale di batteri sensibili alla temperatura.

Ovviamente per contare le colonie dobbiamo evitare che ci sia una crescita confluente, quindi bisogna fare delle diluizioni progressive e poi seminare i batteri derivanti da tutte le diluizioni su piastre diverse. Su una piastra ci possono essere massimo 300 colonie, più di 300 è molto difficile contarle.

Differenze tra colonia e unità formanti colonia

La colonia è un insieme di cellule tutte uguali alla cellula madre che le ha generate, una colonia si può infatti definire un clone.

Quando contiamo le colonie non diciamo ci sono 50 colonie, ma diciamo ci sono 50 unità formanti colonie. Sulla piastra possiamo avere 2 o 3 cellule batteriche che, nel momento in cui abbiamo seminato, si trovano nello stesso punto. Queste cellule, una volta che si replicano, danno origine ad un’unica colonia ma che in realtà deriva da più di una cellula batterica. Quando vediamo una colonia non possiamo dire che deriva da un singolo batterio, per questo si parla sempre di unità formanti colonie.



Se i batteri non sono sovrapposti ma sono distanziati potremmo avere colonie “attaccate” che conteremo come colonie separate: quindi abbiamo due formanti colonie –> non possiamo però dire se si sono originati da uno o più batteri!

Libro di testo

Gli appunti di microbiologia presenti sul nostro sito sono quelli che io stesso ho utilizzato per preparare l’esame. Come saprete, però, i libri di testo sono indispensabili perché ci permettono di addentrarci più a fondo negli argomenti e ci permettono di capire gli argomenti che a lezione sono stati poco chiari. Clicca qui per i libri di microbiologia consigliati per gli studenti di biologia.
Io personalmente, per preparare l’esame, ho usato il Brock.

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *