Classificazione dei batteri in base al pH

Gli effetti del pH si manifestano sul metabolismo e sulla crescita dei microrganismi alterando la stabilità delle proteine e di altre componenti cellulari, oppure indirettamente modificando la dissociazione e la solubilità di molti nutrienti presenti nell’ambiente.

Ecco come vengono classificati i batteri in base alla tolleranza al pH:

  • Acidofili: si trovano in habitat con pH intorno ad 1.
  • Neutrofili: sono la maggioranza dei batteri e crescono in habitat con valori di pH compresi tra 6 e 8.
  • Basofili: crescono a valori di pH superiori a 8.




I microrganismi, indipendentemente dal pH ambientale, cercano di mantenere i valori citoplasmatici di pH entro valori vicini alla neutralità.

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *