Assimilazione del nitrato (riduzione assimilativa)

Nei precedenti appunti abbiamo visto la prima e l’ultima fase del ciclo dell’azoto, cioè la fissazione dell’azoto molecolare e la denitrificazione.

Non tutti i batteri sono azotofissatori

Nell’analizzare il ciclo dell’azoto dobbiamo però considerare anche quegli organismi che non sono azotofissatori. Questi batteri che non fissano l’azoto lo assimilano sotto forma di ammoniaca o sotto forma di nitrati.



Assimilazione dei nitrati

L’assimilazione del nitrato viene detta riduzione assimilativa, perché i nitrati vengono ridotti in ammoniaca che entrerà a far parte degli amminoacidi.

Anche nel processo di assimilazione intervengono le nitrato e le nitrito reduttasi, ma quelle che intervengono nel processo di denitrificazione sono diverse e le chiamiamo reduttasi dissimilative.

La nitrato reduttasi è un complesso enzimatico contenente una flavoproteina e molibdeno che ricevono gli elettroni dall’NADPH e li cedono al nitrato riducendolo a nitrito. Il nitrito attraverso l’azione della nitrito reduttasi passa dapprima a idrossilammina che poi viene ridotta ad ammoniaca.

Assimilazione dei nitrati da parte dei batteri

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *