Reazione di inibizione della emo-agglutinazione

Alcuni virus sono dotati della capacità di legarsi ai globuli rossi e di causarne agglutinazione. La particella virale si comporta come se fosse un anticorpo formando dei ponti fra gli eritrociti. Questa è una reazione, che fa parte della famiglia della diagnosi sierologica, che viene utilizzata per la ricerca nel siero degli anticorpi contro determinati virus.

Come funziona

Anche in questo caso abbiamo il siero del paziente e dobbiamo stabilire se in questo siero sono presenti degli anticorpi contro il virus.



Se sono presenti si legheranno al virus e lo sequestreranno, quindi non ci sarà emoglutinazione perché le particelle virali non saranno in grado di legarsi ai globuli rossi. Se invece nel siero del paziente non sono presenti gli anticorpi contro il virus esso sarà grado di agglutinare le emazie.
Il siero è quella parte del sangue che non comprende i globuli rossi e quindi, in questo tipo di reazioni, vengono aggiunti dall’operatore.

Titolo anticorpale

Anche in questo caso si può fare il titolo anticorpale. Si effettuano delle apposite diluizioni, andando a vedere qual è la più alta diluizione del siero in cui osserviamo ancora una reazione positiva. Quanto più alta è la diluizione del siero alla quale osserviamo ancora la reazione positiva, tanto più alta sarà la quantità di anticorpi presenti nel siero del paziente.

Libro di testo

Per lo studio della microbiologia applicata potete utilizzare o microbiologia medica, oppure sempre il Brock è un ottimo libro di testo.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *