Proprietà dei cibi fermentati

Quando parliamo di tecnologie microbiche nell’agro-industria facciamo riferimento all’utilizzo di microrganismi o di loro componenti al fine di ottenere prodotti nel settore agro-industriale: cioè alimenti o bevande ottenuti grazie ai processi fermentativi di alcuni tipi di batteri (es. pane, latticini, vino, birra).

Lo yogurt si produce grazie all'azione di batteri
Lo yogurt è un classico esempio di cibo fermentato



Proprietà dei cibi fermentati

I cibi fermentati vengono utilizzati nell’alimentazione umana perché hanno una serie di proprietà e di vantaggi.

  • Hanno il vantaggio di avere conservazione maggiore: le fermentazioni producono acidi che abbassano il pH e la maggior parte dei batteri contaminanti non sopravvivono a pH acidi.
  • Valore nutrizionale aggiunto rispetto alla materia di partenza, ad esempio il vino contiene una serie di sostanze antiossidanti non presenti nell’uva. Un altro esempio è lo yogurt che può essere consumato anche da chi è intollerante al lattosio in quanto questo zucchero viene scisso in glucosio e galattosio dai batteri lattici.
  • Proprietà organolettiche differenti: hanno cioè un sapore diverso rispetto agli alimenti di partenza.
  • Unicità: un alimento fermentato può essere prodotto solo con un determinato protocollo di fermentazione (si possono usare enzimi purificati ma non sarà la stessa cosa).
  • Valore economico.

Libro di testo

Per lo studio della microbiologia applicata potete utilizzare o microbiologia medica, oppure sempre il Brock è un ottimo libro di testo.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *