Neisseria meningitidis: agente eziologico della meningite

Tra i batteri appartenenti al genere Neisseria solo due specie sono patogene per l’uomo. Queste sono Neisseria meningitidis e Neisseria gonorrhoeae, che sono in grado di infettare solo l’uomo. Questo è stato, per lungo tempo, un serio problema perché non si possono utilizzare gli animali per le sperimentazioni.

Il genere Neisseria appartiene alla famiglia delle Neisseriaceae. Sono cocchi Gram-negativi di diametro di 0.6-1.0 µm che presentano come cellule singole ma spesso appaiate.

Neisseria meningitidis

Il 20% dei soggetti ha nel cavo orale la N. meningitidis senza presentare la malattia, perché affinché ci sia una manifestazione clinica si devono verificare alcune concause. Il batterio si trasmette principalmente in inverno quando ci si trova in luoghi chiusi e affollati e spesso la malattia si sviluppa quando il soggetto è già debilitato.

Per quanto riguarda le caratteristiche del patogeno:

  • Cocchi con disposizione a coppia (diplococchi), con una forma simile a quella di un chicco di caffè.
  • Gram negativi.
  • Immobili.
  • Asporigeni.
  • Capsulati: la capsula è un importante fattore di virulenza del meningococco. La sua presenza ha reso molto difficile lo sviluppo di un vaccino efficace.
  • Aerobi-anaerobi facoltativi.

Ciclo infettivo di N. meningitidis

Il meningococco è un batterio in grado di fare escape nel citosolo

Nelle fasi iniziali del ciclo infettivo il batterio non ha la capsula ma, una volta superata l’adesione, il batterio si appresta ad invadere. In che modo il batterio attraversa l’epitelio della regione naso-faringea e arriva alla sottomucosa?

Per molto tempo si supponeva che attraversasse l’endotelio mediante la via transcellulare (transcitosi) come la N. gonorrhoeae. Un’altra ipotesi era la via paracellulare sfruttando i neutrofili.

Abbiamo parlato qui di N. gonorrhoeae

In realtà, la N. meningitidis non sembra effettuare il percorso transcellulare ma sembra un batterio in grado di fare escape nel citosol. Una volta che è passato nel citoplasma interagisce in maniera molto specifica con i microtubuli attraverso la capsula, quindi la capsula è fondamentale per la sopravvivenza intracellulare.

Questo è un esempio molto importante di variazione di fase.

Fattori di virulenza

I fattori di patogenicità di questo batterio sono:

  • Adesine, invasine, pili.
  • Capsula: ha un ruolo antifagocitario.
  • Variazione antigenica.
  • Variazione di fase: capacità di esprimere oppure no specifici fattori di virulenza. La capsula, per esempio, non è importante per l’adesione alla mucosa respiratoria ma è importante per la sopravvivenza all’interno dei fagociti.
  • IgA proteasi.
  • Capacità del batterio di adesione a cellule endoteliali vascolari dove può dare origine a colonie batteriche a livello dei capillari ematici e diffuse in molti organi interni.

Di N. meningitidis esistono ben 13 sierogruppi in riferimento alla diversa tipologia di capsula che può essere presente. I polisaccaridi possono essere vari: A, B, C, D, H, I, K, L, X, Y, Z1, W-135, 29E.

Diagnosi

La diagnosi della meningite è di tipo diretto e si utilizza sangue o liquor ma anche le petecche (microcoaguli nella microcircolazione) cutanee. Si fa:

  • Isolamento colturale e successiva identificazione.
  • Terreni: agar cioccolato e CO2 al 5%.
  • Identificazione biochimica e sierologica.
  • Immunofluorescenza diretta.

Terapia

La terapia si effettua con i sulfamidici o con rifamicina/cloramfenicolo. Per quanto riguarda la vaccinazione esiste in vaccino polisaccaridico polivalente (A, C, T e W-135) e il vaccino anti-meningococco B.

Libro di testo

Gli appunti di microbiologia applicata presenti sul nostro sito sono quelli che io stesso ho utilizzato per preparare l’esame. Come saprete, però, i libri di testo sono indispensabili perché ci permettono di addentrarci più a fondo negli argomenti e ci permettono di capire gli argomenti che a lezione sono stati poco chiari. Clicca qui per i libri di microbiologia consigliati per gli studenti di biologia.

Io, per preparare l’esame, ho usato sia il Brock che il testo “Microbiologia Medica”, molto utile per gli argomenti riguardanti la diagnosi delle infezioni e le malattie infettive.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, il materiale didattico che ho utilizzato per lo studio. Gli appunti sono una sintesi tra appunti di lezione, libri di testo, slide, materiale trovato online. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *