Mycoplasma pneumoniae causa polmonite atipica primaria

La polmonite atipica primaria è una malattia infettiva che ha come agente eziologico Mycoplasma pneumoniae, batterio patogeno appartenente alla classe dei micoplasmi.

Trasmissione tra individui

Questa malattia si trasmette da individuo a individuo mediante le secrezioni respiratorie infette (colpi di tosse).



Fattori di virulenza del patogeno

Questi batteri producono delle adesine come fattori di virulenza, precisamente l’adesina P1 che lega specifici residui di acido sialico presenti sulla superficie della cellula ospite. Ovviamente stiamo parlando di cellule dell’epitelio respiratorio.

Meccanismo dell'azione di Mycoplasma pneumoniae

L’infezione provoca l’immobilizzazione e la perdita delle cilia vibratili bloccando la clearance mucociliare. In seguito a questo si verifica l’accumulo di muco e una de-regolazione del sistema immunitario, che si attiva in maniera sregolata.

Mycoplasma pneumoniae è un batterio che non invade ma che rimane posizionato tra le ciglia vibratili. Questi batteri, inoltre, producono perossido di idrogeno e inibiscono l’azione delle catalasi nella cellula colonizzata. Ricordiamo che la catalasi è un’enzima coinvolto nella detossificazione dalle specie reattive dell’ossigeno.



Si è visto che nei soggetti in cui non è presente il timo, che è il luogo di sintesi dei linfociti T, il batterio non può causare la patologia. Questo significa che i linfociti T potrebbero avere a che fare con la patogenicità del batterio.
Si pensa che la patogenicità sia dovuta ad una reazione immunitaria e non al meccanismo d’azione dei fattori di virulenza (adesine, produzione di acqua ossigenata, inibizione catalasi). Questa ipotesi sembra essere confermata dal fatto che, nei pazienti, ci siano anche numerosi sintomi extrapolmonari.

Sintomatologia della malattia

Questa malattia, a differenza della polmonite da streptococchi, interessa tutto il polmone non solo 1 o 2 lobi.

La sintomatologia è tipica delle infezioni respiratorie: dolore al torace, tosse, espettorato mucoso, difficoltà respiratorie.

Ci sono anche sintomi extra-respiratori: febbre, cefalea, dolori muscolari, affaticamento, diarrea, dolore addominale, vomito, confusione menale.

Possono esserci anche complicanze extrapolmonari a probabile genesi autoimmune: meningoencefaliti, pericarditi, pancreatiti.



Risposta immunitaria

La risposta immunitaria dell’ospite si basa su:

  • Risposta di tipo umorale: produzione di IgA secretorie rilasciate a livello delle mucose, IgM e IgG (che non hanno un ruolo importante perché i batteri non si trovano nel sangue).
  • Risposta di tipo cellulo-mediata: cellule del sistema immunitario (linfociti T citotossici) che riconoscono l’antigene.

Leggi anche: struttura e funzioni degli anticorpi

Diagnosi

La diagnostica di laboratorio si può effettuare sia in modo diretto che indiretto. Nella diagnosi di tipo diretto si isola il batterio dalle secrezioni delle vie respiratorie:

  • Inoculo in terreno contenente glucosio, rosso fenolo e ampicillina.
  • Incubazione per 5-7 gg a 37°C.
  • Osservazione al microscopio delle colonie.
  • Immunofluorescenza diretta con anticorpi anti-micoplasma pneumoniae.
  • Test di inibizione della crescita con dischetti imbevuti di anticorpi anti-micoplasma. Leggi anche i nostri appunti sull’antibiogramma.

Nella diagnosi di tipo indiretto si ricercano gli anticorpi nel campione di sangue:

Libro di testo

Per lo studio della microbiologia applicata potete utilizzare o microbiologia medica, oppure sempre il Brock è un ottimo libro di testo.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *