Caratteristiche dei micoplasmi

Molti batteri appartenenti al genere dei micoplasmi sono dei batteri patogeni che provocano patologie:



Caratteristiche dei micoplasmi

  • Sono batteri di piccole dimensioni (0,2-0,8 micrometri) perché hanno un genoma di piccole dimensioni che non possiede tutti i geni necessari per codificare tutte le proteine di cui hanno bisogno. Vista l’assenza di alcune vie metaboliche sono dei batteri che crescono lentamente, perché hanno bisogno di assumere sostanze dal terreno o dalle cellule che infettano. I micoplasmi sono gli organismi più piccoli in grado di crescere all’esterno delle cellule eucariotiche.
  • Hanno una forma variabile e non sono né cocchi né bacilli perché sono privi di parete, quindi sono pleiomorfi perché prendono la forma del substrato. Vista l’assenza della parete cellulare sono intrinsecamente resistenti agli antibiotici beta-lattamici.
  • A livello della membrana plasmatica troviamo steroli, carotenoidi (che i batteri recuperano o dal terreno di crescita o dalla cellula infettata) e lipoglicani.
  • Non hanno flagelli e si muovono per strisciamento.
  • Si riproducono in modo autonomo per scissione binaria o filamenti multinucleati (come gli streptomiceti), in cui la duplicazione del cromosoma non è seguita dalla divisione cellulare (non si formano i setti).
  • Il genoma di E. Coli è di circa di 4milioni pb, mentre quello del M. pneumoniae è di circa 80k pb.
Colonie di micoplasmi a forma di uovo fritto
Colonie di micoplasmi a forma di uovo fritto

Micoplasmi patogeni

Gli individui che hanno un’infezione gonococcica sono più soggetti ad infezioni dovuta a M. genitalium, quindi si ha una co-infezione che provoca la malattia infiammatoria pelvica cronica (nelle donne causa restringimento delle tube e può essere causa di infertilità). Ci sono anche dei micoplasmi respiratori non patogeni.



Criteri di identificazione

  • Temperatura ottimale di crescita: 37° per le specie patogene, 30-35° per le non patogene.
  • Emolisi in terreni: M. pneumoniae è betaemolitico, gli altri micoplasmi sono alfa-emolitici.
  • Caratteristiche metaboliche: pneumoniae e genitalium fermentano il glucosio, mentre U. urealiticum scinde l’urea. M. hominis e i micoplasmi commensali non fermentano il glucosio e usano l’arginina.
  • Crescita in aerobiosi: i patogeni sono aerobi, i commensali sono anaerobi facoltativi.

Il terreno di crescita per micoplasmi è un brodo infuso di cuore con aggiunta di peptone, glucosio, arginina, estratto di lievito (fonte di proteine, oligoelementi e vitamine) e siero di cavallo (fonte di steroli). Solitamente addizionato di antibiotici β-lattamici (ampicillina).

Libro di testo

Per lo studio della microbiologia applicata potete utilizzare o microbiologia medica, oppure sempre il Brock è un ottimo libro di testo.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *