Barriere fisiche, chimiche e anatomiche contro le infezioni

Le malattie infettive derivano dall’infezione da parte di microrganismi patogeni. Abbiamo visto come la flora microbica normale si oppone alla colonizzazione da parte degli organismi patogeni ma, oltre a questa barriera biologica, il corpo umano ha una serie di barriere che si oppongono alle infezioni.



Le barriere si possono suddividere in:

  • Fisiche.
  • Chimiche. Il pH, lisozima e gli acidi grassi delle secrezioni sebacee possono essere delle barriere chimiche contro l’infezione di patogeni.
  • Anatomiche. La cute, la cleareance muco-cigliare sono delle barriere anatomiche.

Queste barriere sono caratterizzate da un’assoluta aspecificità e fanno parte di quella che viene definita immunità naturale aspecifica.

Non tutti i batteri provocano infezioni

Ovviamente ci sono delle interazioni tra l’uomo e i microrganismi e non tutti apportano dei danni:

  • Simbionti: batteri utili per l’organismo ospite.
  • Commensali: batteri che non arrecano né danno né vantaggio all’ospite.
  • Patogeni: batteri capaci di insediarsi nei tessuti dell’ospite superandone i meccanismi di difesa aspecifi e specifici provocando sintomi e manifestazioni cliniche (non sempre però un’infezione si manifesta clinicamente).

Leggi il nostro articolo sulle interazioni

Patogenicità

La patogenicità di un batterio si valuta con diversi parametri che sono invasività, infettività, potere patogeno.

L’invasività è la capacità di diffondere nei tessuti dell’ospite. L’infettività è la capacità di impiantarsi in un nuovo ospite e riprodurre l’infezione. Il potere patogeno è la capacità di provocare sintomi visibili nell’ospite colonizzato.



Vari tipi di barriere contro le infezioni

  • Il lisozima presente nelle lacrime e in altre secrezioni dissolve la parete cellulare.
  • La flora microbica normale compete con i batteri patogeni.
  • La pelle è un ambiente ostico per i batteri e le secrezioni sebacee contengono degli acidi grassi con azione antimicrobica.
  • Lo svuotamento del tratto urinario inibisce la crescita microbica.
  • Il pH acido in alcuni compartimenti dell’organismo impedisce la crescita microbica (es. stomaco).
  • La clearance muco-cigliare spinge i microrganismi fuori dall’organismo.

Libro di testo

Per lo studio della microbiologia applicata potete utilizzare o microbiologia medica, oppure sempre il Brock è un ottimo libro di testo.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *