Vari tipi ed obiettivi della prevenzione

Per proteggere e potenziare la salute dei singoli individui e di tutta la collettività è importante allontanare o correggere tutti i fattori di rischio potenzialmente nocivi e incrementare il livello di benessere della popolazione. Questi concetti sono tutti riassunti in una sola parola: prevenzione.

Diversi tipi di prevenzione

A seconda degli obiettivi e dei metodi di intervento distinguiamo tre tipi di prevenzione:

Tra queste la più importante è sicuramente la prevenzione primaria perché l’obiettivo è quello di evitare che gli individui si ammalino lavorando sui fattori di rischio correlati con le diverse patologie.
Gli screening ad esempio, che fanno parte della prevenzione secondaria, sono importantissimi ma purtroppo l’evento malattia si è già verificato, l’igienista invece punta ad evitare completamente la malattia.

Nella prevenzione terziaria, invece, si lavora per aumentare la qualità della vita dei malati.

Obiettivi della prevenzione

  • Protezione del singolo individuo.
  • Controllo di una patologia nella popolazione.
  • Eradicazione della malattia.



Per alcune patologie è possibile sviluppare dei programmi preventivi che permettono di raggiungere tutti gli obiettivi fino all’eradicazione. In linea di massima i programmi di prevenzione delle malattie infettive possono ambire a raggiungere tutti gli obiettivi, ad esempio con l’utilizzo dei vaccini siamo riusciti a controllare le malattie infettive e in alcuni casi anche ad eradicarle.

Per le malattie cronico degenerative, che hanno numerosi fattori causali, non è ad oggi possibile raggiungere tutti gli obiettivi. Si può però diminuire l’incidenza nella popolazione agendo sui fattori di rischio.

Leggi anche: differenze tra malattie infettive e cronico degenerative

In tutti i tipi di prevenzione è fondamentale il coinvolgimento delle singole persone, ad esempio se gli individui non smettono di fumare probabilmente ci sarà poca possibilità di successo nella prevenzione del cancro al polmone.

Controllo di una patologia

Si intende una riduzione significativa dell’incidenza di una patologia in una popolazione, come conseguenza di specifici interventi preventivi.

Gli interventi preventivi devono essere protratti nel tempo, per evitare che l’incidenza di quella patologia ritorni ad aumentare. Un esempio molto semplice sono le vaccinazioni: se la copertura vaccinale si abbassa l’incidenza di quella patologia aumenterà, come abbiamo potuto constatare con l’epidemia di morbillo che si è verificata, nel 2018, in Italia.



Eradicazione di una malattia

Una malattia si dice eradicata quando è stato definitivamente rimosso l’agente causale. Una malattia ad oggi eradicata, grazie alle vaccinazioni di massa, è il vaiolo. Anche la poliomelite ed il morbillo possono essere potenzialmente eradicate grazie alle vaccinazioni di massa: l’Europa, per esempio, è una regione considerata “Polio Free”.

Libro di igiene

L’esame di igiene è uno degli esami più semplici di tutto il corso di biologia, ma è comunque molto interessante perché spazia tra tantissimi argomenti che hanno come obiettivo quello di far capire l’importanza della prevenzione primaria. Per preparare l’esame non serve libro, ma per alcuni argomenti può essere utile consultare dei testi in biblioteca.

Se hai trovato utili questi appunti acquista il libro da questi link per sostenere il progetto.

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

2 thoughts on “Vari tipi ed obiettivi della prevenzione

    Raffaella

    (ottobre 14, 2018 - 11:46 am)

    Grazie infinite potete mandarmi la profilassi per favore significato e utilità …
    Grazissime raffa

      Admin

      (ottobre 15, 2018 - 3:41 pm)

      La profilassi è una qualsiasi procedura il cui scopo è prevenire, piuttosto che curare o trattare, le malattie.
      L’esempio più semplice è rappresentato dai vaccini, che servono per prevenire le malattie infettive. In questo caso parliamo di prevenzione primaria.
      Poi c’è il discorso della profilassi secondaria, ed un esempio può essere il siero antitetanico o la profilassi che si effettua contro le malattie infettive quando si è stati in contatto con individui affetti da malattie come la meningite. In questo caso l’infezione è già stata acquisita (o meglio c’è la probabilità che sia stata acquisita) e si vuole evitare che essa sfoci nella malattia conclamata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *