Studi di tipo caso-controllo: osservazionali, analitici, longitudinali

Gli studi caso-controllo hanno lo scopo di confermare il sospetto che un determinato fattore di rischio possa essere associato ad una determinata patologia, quindi ci consentono di valutare quanto è presente il fattore di rischio negli ammalati rispetto a quanto è presente nei non ammalati.

Come dice il titolo uno studio di tipo corte è:

  • Osservazionale: perché non si somministrano terapie né si interviene sulla vita degli individui, ma si osserva una coorte per un periodo di tempo e si valuta l’incidenza di una patologia in studio.
  • Analitico: perché serve a verificare se il/i fattori supposti causali si presentano associati alla malattia in studio.
  • Prospettico: perché esiste la dimensione temporale.



In questi studi, a differenza di quelli di tipo coorte, quindi si parte da soggetti ammalati a cui viene fatto compilare un questionario per capire quanto è presente il fattore di rischio su cui si sta indagando. Chiaramente il questionario deve essere validato ed è necessario che i soggetti lo compilino due volte a distanza di tempo, per vedere se le risposte coincidono.

In questi casi si calcola l’OR, detto anche rapporto crociato.

  • Se OR=1 il fattore di rischio non ha influenza sullo sviluppo della malattia.
  • Se OR>1 c’è una probabile associazione tra il fattore di rischio e la malattia.
  • Se OR<1 il fattore di rischio è protettivo.

Vantaggi e svantaggi degli studi caso-controllo

I vantaggi sono:

  • Semplicità di esecuzione (fattibilità).
  • Costi bassi.
  • Rapido da effettuare.
  • Utilità nell’identificare possibili fattori casuali o facilitanti (possibilità di valutare più fattori di rischio).
  • Adeguati in caso di malattie rare.
  • Permettono di saggiare ipotesi recentemente emerse.

Gli svantaggi sono:

  • Semplicità di esecuzione (approssimazione della stima del fattore di rischio che deriva dal fatto che si utilizza un rapporto di prevalenza e non di incidenza tra esposti e non esposti al fattore di rischio).
  • Non adatti se il fattore di rischio è poco frequente nella popolazione.
  • Mancanza di dati oggettivi sull’entità dell’esposizione pregressa.

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *