Quali studi effettuare?

Nell’articolo precedenti abbiamo parlato di tutti gli studi osservazionali che un epidemiologo può mettere in atto per capire quali sono i fattori causali di una determinata patologia.

Vediamo adesso, in base all’obiettivo da raggiungere, qual’è il miglior studio da utilizzare.

  • Per determinare se un potenziale fattore di rischio è associato allo sviluppo di una malattia gli studi da preferire sono quelli di coorte o caso controllo, in base a quanto è rara la malattia.
  • Per dimostrare la validità di test da applicare (screening) ad ampi strati di popolazione con lo scopo di individuare una patologia in fase asintomatica il tipo di studio ideale è il cross sectional survey.
  • Per determinare qual è l’esito più verosimile (prognosi) di una patologia diagnostica allo stadio iniziale lo studio da preferire è quello di coorte.
  • Per testare l’efficacia di un trattamento terapeutico, di una procedura chirurgica, dei metodi alternativi di offrire un servizio sanitario o di altri interventi è consigliabile fare dei trial clinici randomizzati.
  • Per dimostrare se un nuovo test diagnostico è valido e affidabile il tipo di studio preferito è il cross sectional survey, dove il nuovo test viene confrontato con il miglior test presente.



Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *