Definizioni e oggetto di studio dell’ecologia

L’ecologia si origina come scienza nell’800 dalla storia naturale e nasce dall’esigenza di una nuova disciplina che avesse come oggetto le interazioni tra gli organismi e tra gli organismi e l’ambiente che li circonda. La nascita dell’ecologia è stata probabilmente una conseguenza indiretta della rivoluzione industriale.



Varie definizioni di ecologia

In termini etimologici la parola ecologia, dal greco oikos (casa) e logos (parola), definisce lo studio della vita domestica.

  • Haeckel nel 1869 ha definito l’ecologia come la scienza che studia l’ambiente naturale e le relazioni degli organismi tra di loro e con il loro ambiente.
  • Andrewarta e Birch nel 1954 hanno definito l’ecologia come la scienza che studia abbondanza e distribuzione degli organismi sulla terra.
  • Nel 1972 Krebs ha integrato la definizione precedente affermando che l’ecologia è la scienza che studia le interazioni che determinano l’abbondanza e la distribuzione degli organismi.
  • Nel 1973 Odum ha definito l’ecologia come la scienza che studia struttura e funzioni dell’ecosistema.
  • L’ecologia infine può essere considerata la scienza che studia lo stato di salute degli ecosistemi, considerando gli ecosistemi con una visione antropocentrica.

Da tutte queste definizioni possiamo capire quali sono gli oggetti di studio dell’ecologia.

Oggetti di studio dell’ecologia

L’ecologia ha due oggetti di studio:

  • Studia le interazioni tra fattori più che i fattori stessi. Un esempio di interazione molto studiata dall’ecologia sono i rapporti preda-predatore, che costituiscono la via attraverso cui fluisce l’energia all’interno della biosfera. I rapporti preda-predatore sono fondamentali per lo studio di tutti i sistemi ecologici.
  • Un’unità sovraorganismica che viene chiamata ecosistema. Siccome l’ecologia studia le interazioni tra organismi e le interazioni tra organismi e ambiente è fondamentale che l’unica di studio sia sovraorganismica, cioè che racchiuda tutte le componenti che interagiscono.



Tipi di approccio in ecologia

  • L’approccio strutturale analizza la composizione dei sistemi naturali di interesse e ne classifica le componenti e le interazioni. Risponde alle domande “come è fatto” e “da quali unità è composto”.
  • L’approccio funzionale, che in ecologia vede la sua massima applicazione con il paradigma energetico, è centrato sull’analisi del funzionamento dei sistemi ecologici e risponde alle domande “come funziona”, “come interagiscono le unità”, “quale è il prodotto dell’interazione”.
  • L’approccio evoluzionistico considera la variabilità biologica esistente come prodotto della selezione naturale e si chiede quali siano le forze selettive che hanno determinato il tipo di struttura ed il tipo di funzionamento che noi oggi osserviamo nei sistemi naturali.

Libri di testo per l’esame di ecologia

Questo è il libro di testo che ho utilizzato per preparare l’esame: facile, scorrevole e molto piacevole da leggere. Se trovi utili i nostri articoli puoi contribuire acquistando i libri di testo dai nostri link.

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *