Endocitosi mediata da recettore: transferrina

Attraverso l’endocitosi mediata da recettore moltissime molecole fondamentali per il metabolismo cellulare possono entrare all’interno delle cellule. Negli appunti precedenti avevamo parlato del colesterolo, che entra nelle cellule grazie ad alcuni recettori che riconoscono l’LDL e permettono la formazione della vescicola. Un altro ligando che innesca l’endocitosi mediata da recettore è la transferrina che, a […]

Endocitosi mediata da recettore: LDL

Il colesterolo è uno dei componenti fondamentali delle membrane plasmatiche e viene assorbito dalle cellule animali grazie all’endocitosi mediata da recettore. Il colesterolo nel sangue si trova all’interno di alcuni complessi detti LDL: lipoproteine a bassa densità. Sono proprio le LDL che, legandosi a specifici recettori di membrana, mediano il trasporto del colesterolo dal fegato […]

Trasporto vescicolare: pinocitosi, fagocitosi, endocitosi mediata da recettore

Il trasporto vescicolare è un tipo di trasporto attivo in cui l’energia derivante dall’idrolisi dei legami dell’ATP viene utilizzata per la formazione e per il movimento delle vescicole, che trasportano sostanze dentro e fuori la cellula. Grazie al trasporto vescicolare anche le grandi molecole possono essere trasportate mediante vescicole che si fondono con la membrana […]

Ruolo delle vescicole di trasporto

Il trasporto attraverso la membrana plasmatica di macromolecole (proteine, polisaccaridi ecc), di piccole molecole che formano complessi (come ferro e colesterolo che vengono assunti dalle cellule grazie alla transferrina e alla lipoproteina LDL), di piccole quantità di fluidi o di microorganismi non può avvenire né tramite canali ionici né tramite carrier presenti a livello della membrana. Per questo […]

Trasporto attivo secondario: caratteristiche e tipi

Il trasporto attivo secondario è un fenomeno che consente il trasporto di sostanze contro gradiente di concentrazione sfruttando il movimento di una seconda sostanza che si muove, invece, secondo gradiente di concentrazione. Nel trasporto secondario non viene speso direttamente ATP, ma viene sfruttata la differenza di potenziale elettrochimico creata dai meccanismi di trasporto attivo primario. […]

Trasporto attivo primario: caratteristiche e pompe

Nel trasporto attivo sono inclusi quei fenomeni di trasporto in cui la cellula deve spendere energia per permettere lo spostamento di sostanze tra i due lati della membrana. Le sostanze quindi si spostano contro gradiente di concentrazione e per questo si dice che i trasporti attivi sono disequilibranti, perché le sostanze vengono accumulate solo da […]

Diffusione facilitata: spiegazione e regolazione

La diffusione facilitata è un meccanismo di trasporto passivo che comprende quei fenomeni di trasporto in cui la cellula non fornisce energia per permettere lo spostamento delle molecole, che si muovono secondo il loro gradiente di concentrazione. Nella diffusione facilitata, a differenza della diffusione semplice, il trasporto è mediato da canali o proteine carrier. Il trasporto […]

Diffusione semplice: spiegazioni e leggi di Fick

La diffusione semplice è un meccanismo di trasporto passivo che comprende quei fenomeni di trasporto in cui la cellula non fornisce energia per permettere lo spostamento delle molecole, che si muovono secondo il loro gradiente di concentrazione. Nella diffusione semplice le sostanze attraversano direttamente il doppio strato fosfolipidico e le molecole che possono diffondere con questo […]

Trasporto attraverso la membrana plasmatica

Tutte le sostanze che devono entrare o uscire dalla cellula devono passare la barriera della membrana plasmatica. Si dice che le membrane biologiche sono selettivamente permeabili: Molecole piccole e solubili nei lipidi attraversano facilmente la membrana. Per capire se una molecola e lipofila o idrofila bisogna valutare il suo coefficente di ripartizione. Molecole grandi e […]

Giunzioni cellulari: occludente, aderente, gap

Negli organismi animali le cellule si associano formando tessuti, organi e apparati, quindi è indispensabile che esse siano in grado sia di scambiarsi informazioni e segnali, sia di creare contatti stretti. Le aree della membrana plasmatica adibite a queste funzioni vengono chiamate giunzioni cellulari, che possono trovarsi sia isolate che riunite in gruppi. Esistono 3 […]