Dogma della biologia molecolare

Il dogma della biologia molecolare prevedeva che:

  1. L’informazione genetica è conservata nelle molecole di DNA che all’interno delle cellule vengono duplicate per permettere la propagazione dell’informazione.
  2. Affinché il DNA venga espresso nella cellula è necessaria una sua trascrizione sotto forma di RNA.
  3. L’RNA, successivamente, viene tradotto in proteine che sono l’espressione delle informazioni contenute nel genoma.

Le 3 parole chiave del dogma della biologia molecolare sono:

  • Duplicazione (del DNA)
  • Trascrizione (del DNA in RNA)
  • Traduzione (dell’RNA in proteine)

Scoperta dell’enzima trascrittasi inversa

Il dogma della biologia molecolare venne considerato valido fino alla metà degli anni 80, quando un gruppo di ricercatori isolarono e purificarono un enzima molto particolare: la trascrittasi inversa. Questa scoperta violò il dogma centrale perché si scoprì che la trascrizione non era un processo irreversibile.



In pratica questo enzima permette di andare “avanti e indietro” nella trascrizione: catalizza la sintesi di DNA partendo da una molecola di RNA.

Fino ad oggi è però ancora valida l’irreversibilità della traduzione: non si possono sintetizzare molecole di RNA a partire da proteine.

Appunti successivi: introduzione ad introni ed esoni

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *