Sfingolipidi: strutture e differenze

Gli sfingolipidi, insieme ai glicerofosfolipidi, appartengono ai fosfolipidi e sono quindi lipidi polari che costituiscono le membrane biologiche delle cellule e degli organelli intracellulari.



Struttura degli sfingolipidi

Tutti gli sfingolipidi hanno la sfingosina come struttura di base, un amminoalcol a 18 atomi di carbonio. La molecola della sfingosina è particolare:

  • In posizione 1 e 3 abbiamo una funzione alcolica
  • In posizione 2 abbiamo una funzione amminica
  • Il carbonio in posizione 4 e il carbonio in posizione 5 sono legati da un doppio legame.
La sfingosina è la molecola di base degli sfingolipidi
Struttura della sfingosina

Il gruppo amminico della sfingosina reagisce con un acido grasso a lunga catena (che può essere saturo o insaturo) e si forma ceramide, che è l’unità fondamentale comune a tutti gli sfingolipidi. Gli sfingolipidi, quindi, hanno due code non polari che sono rappresentate dalla struttura della sfingosina e dall’acido grasso legato al gruppo amminico presente sul carbonio 2 della sfingosina.

Struttura del ceramide
Struttura del ceramide

Al gruppo OH del carbonio in posizione 1 possono legarsi diverse molecole, infatti ci sono 3 sottoclassi di sfingolipidi.

Vari tipi di sfingolipidi:

  • Sfingomieline: a livello del gruppo OH del C1 si lega fosfocolina o fosfoetanolammina come testa polare. Sono presenti nella membrana plasmatica delle cellule animali e sono abbondanti nella mielina, una guaina membranosa che circonda e isola gli assoni di alcuni neuroni.
  • Glicosfingolipidi: il gruppo OH del C1 forma legami glicosidici legandosi con carboidrati. Possono legarsi glucosio, galattosio, di/tri/tetrasaccaridi. I glicosfingolipidi si trovano sulla superficie esterna delle membrane plasmatiche: quelli che contengono galattosio nelle membrane del tessuto neurale e quelli che contengono glucosio nelle membrane delle cellule degli altri tessuti.
  • Gangliosidi: hanno teste polari (legate sempre al gruppo OH del C1) formate da oligosaccaridi complessi.



Dove studiare la biochimica?

La biochimica è una delle materie più importanti per un biologo, perché ci consente di capire tutti quelli che sono i processi metabolici che sostengono la vita.

Per studiare una materia così importante c’è sicuramente bisogno del supporto di un libro di testo ed il Lehninger accompagna da decenni tutti gli studenti di biologia, biotecnologie, medicina ecc.

Per un corso base di biochimica può essere sufficiente il testo “introduzione alla biochimica”, mentre “principi di biochimica” è molto più completo. Principi di Lehninger è indispensabile per il corso di biochimica 2.

Se hai trovato utili questi appunti acquista il libro da questi link per sostenere il progetto.

 

Autore dell'articolo: Admin

In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato nel superamento degli esami della triennale. Per sostenere il progetto potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo. Per voi non ci sarà nessun sovrapprezzo, ma questo mi consente di ottenere una piccola commissione. Un'ultima cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *