Isolamento di patogeni dalle basse vie respiratorie

Quando si sospettano delle infezioni batteriche a livello delle basse vie respiratorie i campioni biologici che vengono utilizzati per la diagnosi sono espettorati o secrezioni bronchiali, utili per esempio per la diagnosi di polmoniti batteriche. Ricordiamo, per completezza, che esistono tanti tipi di polmoniti che possono avere diversa eziologia. La diagnosi microbiologica, come abbiamo già […]

Isolamento di patogeni dalle alte vie respiratorie

Le infezioni più comuni delle alte vie respiratorie sono le faringiti e le tonsilliti. I campioni biologici sono principalmente tamponi faringei e tonsillari. I potenziali agenti eziologici responsabili sono: Streptococcus pyogenes, Streptococchi beta emolitici, Staphylococcus aureus, Haemophilus, Pseudomonas, Corynebacterium Dopo l’esame al microscopio si procede con la semina su piastra. I terreni utilizzati per l’esame […]

Terreni d’uso comune nel laboratorio di microbiologia clinica

Per diagnosticare le infezioni vengono prelevati, da soggetti che presentano sintomi, dei campioni biologici. Per identificare i batteri patogeni è necessario l’utilizzo di specifici terreni di coltura, che si differenziano per la loro composizione e le loro caratteristiche. Terreni di trasporto Sono semisolidi, non posseggono alcun carattere nutrizionale, ma hanno lo scopo di rendere compatibile […]

Diagnosi microbiologica diretta

I campioni biologici prelevati dai pazienti devono essere trasportati in laboratorio, dove attraverso una serie di procedure si verifica la presenza di batteri patogeni. La ricerca dei batteri può essere sia di tipo diretto che di tipo indiretto. Leggi i nostri appunti sulla diagnosi indiretta Nella diagnosi microbiologica diretta l’obiettivo è isolare e identificare all’interno […]

Trasporto dei campioni biologici

Per diagnosticare delle infezioni batteriche è necessario prelevare dei campioni biologici dai pazienti che presentano sintomi ascrivibili a patologie infettive. Tra tutti i campioni che possiamo analizzare abbiamo: Campioni biologici dalle vie aeree; Campioni biologici uro-genitali; Campioni biologici per malattie gastro-enteriche; Prelievo del liquor; Prelievo delle urine (urinocoltura); Prelievo di sangue (emocoltura). Una volta prelevati […]

Prelievo del sangue per diagnosi malattie infettive

Anche il sangue è un campione biologico utilizzato per la diagnosi di alcune malattie infettive. Vediamo quali sono le regole da seguire per effettuare il prelievo. Effettuare un lavaggio antisettico delle mani. Detergere la cute nel sito di prelievo con alcool etilico al 70% Lasciare asciugare. Rimuovere il tappo protettivo dei flaconi. Applicare il laccio. […]

Prelievo di liquido cefalorachidiano per la diagnosi di malattie infettive

Il liquido si trova tra l’aracnoide e la pia madre, nello spazio sub-aracnoidale. Le funzioni del liquor sono numerose: Ammortizzatore idraulico per attenuare l’effetto di traumi esterni che potrebbero danneggiare il sistema nervoso. Regola la pressione intracranica. Veicola sostanze nutritizie al cervello. Allontana i prodotti del catabolismo. Il prelievo del liquor si pratica mediante PUNTURA […]

Apparato del Golgi nelle cellule animali: struttura e funzioni

Il sistema membranoso interno tipico delle cellule eucariotiche comprende anche l’apparato del Golgi, che è connesso con il reticolo endoplasmatico grazie ad un intenso traffico vescicolare. Le proteine e i lipidi sintetizzati dal RE, dove hanno già iniziato il percorso maturativo, vengono veicolati in vescicole nell’apparato del Golgi. Quest’organello prende il nome da Camillo Golgi, […]

Reticolo endoplasmatico liscio: struttura e funzioni nelle cellule animali

Il reticolo endoplasmatico liscio, a differenza di quello rugoso, non presenta ribosomi e non è costituito da cisterne ma prevalentemente da tubuli comunicanti, alcuni dei quali in continuità con le cisterne del RER. Il RE liscio e il RE rugoso sono in equilibrio dinamico. L’origine molecolare della loro morfologia rimane ancora da chiarire. Sembra che la […]

Antibiogramma: principi e metodi

L’antibiogramma è un test che permette la valutazione del profilo di sensibilità batterica in vitro a vari antibiotici. Il suo utilizzo è prevalentemente clinico con l’obiettivo di prescrivere, a pazienti che presentano un’infezione, la corretta terapia antibiotica. Le tecniche per eseguire questo tipo di test sono riconducibili a due metodi principali: Metodo dei dischetti di […]