Eredità crociata ed eredità legata al sesso: Doncaster e Raynon, Bateson, Morgan

Già nel 1905 si scoprì che individui maschi e individui femmine avevano tutti i cromosomi uguali tranne uno: X nelle femmine e Y nei maschi. Con gli anni la ricerca nel campo della genetica e dell’ereditarietà dei caratteri andò avanti e  alcuni ricercatori avevano suggerito che l’eredità di alcuni geni fosse legata al sesso.


Osservazioni di Doncaster e Raynor

Questi due ricercatori stavano studiando il colore delle ali in un tipo di falene, in cui erano stati identificati due colori diversi: scure e chiare.

Dall’incrocio tra individui maschi omozigoti per le ali scure e individui femmine omozigoti per le ali chiare si ottenne una progenie in cui sia i maschi che le femmine avevano le ali scure. Il carattere ali chiare è quindi un carattere recessivo.

A questo punto andarono a fare l’incrocio reciproco ed ottennero un risultato inaspettato, infatti non tutti gli individui hanno le ali scure ma:

  • Le femmine hanno lo stesso fenotipo paterno, quindi ali chiare.
  • I maschi hanno lo stesso fenotipo materno, quindi ali scure.

*Dagli incroci reciproci, per via delle leggi di Mendel, ci si aspetta sempre lo stesso risultato, quindi anche in questo caso tutti gli individui avrebbero dovuto avere le ali scure.

Doncaster e Raynor chiamarono questo fenomeno eredità crociata.

In questo caso quando le femmine portano l’allele recessivo (ali chiare c) lo trasmettono a tutti gli individui della F1, che saranno tutti eterozigoti perché hanno un allele ali chiare e un allele ali scure. Quando sono i maschi a portare l’allele recessivo c lo trasmettono solo alle femmine (fenomeno dell’ereditarietà crociata).


Osservazione di Bateson

Bateson stava studiando il colore delle penne dei polli e individuò due caratteri:

  • Barred: penne striate (dominante)
  • Non barred: penne di colore uniforme

Bateson fece degli incroci e capì che il carattere barred era dominante ma, quando fece l’incrocio reciproco, ottenne dei risultati simili a quelli di Doncaster e Raynor.

Anche in questo caso se sono le femmine a portare l’allele recessivo lo trasmettono a tutti, mentre se sono i maschi a portare l’allele recessivo (NB) lo trasmetto alle figlie femmine. Si è verificato il fenomeno dell’eredità crociata.

Studi di Hunt Morgan con la Drosophyla

Morgan aveva iniziato a studiare il moscerino della frutta, perché ha un ciclo vitale molto breve e fa un progenie molto numerosa.

La Drosophyla è un organismo diploide ed ha 4 coppie di cromosomi:

  • Nel maschio ci sono 3 coppie di cromosomi autosomi e una coppia sessuale XY.
  • Nelle femmine invece la coppia sessuale è XX.

Il colore normale dell’occhio di Drosophyla è rosso brillante, ma Morgan nei suoi primi studi notò un maschio con gli occhi completamente bianchi e lo utilizzò per degli incroci.

1° incrocio

Nella F1, come ci si aspettava, tutti gli individui hanno gli occhi rossi.

Nella F2 invece c’è una stranezza, perché tutti i moscerini con gli occhi bianchi sono maschi.

2° incrocio

Morgan prese delle femmine con gli occhi rossi dalla F1 del primo incrocio e la fece riprodurre con maschi con l’occhio bianco. Da questo incrocio ottenne quello che cercava, cioè delle femmine con l’occhio bianco.


3° incrocio: eredità crociata

Utilizzò le femmine con gli occhi bianchi ottenute dal secondo incrocio e incrociò con dei maschi con gli occhi rossi. Siamo di fronte ad un altro esempio di eredità crociata, che in Drosophyla si verifica quando è la femmina a portare l’allele recessivo che viene trasmesso agli individui maschi.

Spiegazioni dell’eredità crociata nel moscerino

Il fattore genetico che determina il colore dell’occhio è localizzato sui cromosomi sessuali. Affinché la femmina manifesti il carattere recessivo deve averlo su tutti e due i cromosomi X mentre il maschio, che ha un solo cromosoma X, manifesta solo quello che c’è su quel cromosoma. Morgan quindi fece delle ipotesi:

  • I maschi con l’occhio bianco portano il carattere recessivo sull’unico cromosoma sessuale X che possiedono.
  • Nelle femmine il carattere recessivo si manifesta solo se presente su entrambi i cromosomi X.
  • Nei maschi tutti i geni legati al sesso e localizzati sul cromosoma X si manifestano. Essi ereditano l’X dalla madre e l’Y dal padre.
  • Le femmine ereditano un X dal padre e un X dalla madre.



Perché nelle falene e nei polli è il contrario rispetto alla drosophyla?

Nelle falene e nei polli, come abbiamo già visto, l’eredità crociata si verificava quando era il maschio a portare l’allele recessivo. Questo perché nelle falene e nei polli:

  • Il maschio è il sesso omogametico XX
  • La femmina è il sesso eterogametico XY

Autore dell'articolo: Admin

Laureato con 110 e lode alla triennale in Scienze Biologiche e, da Ottobre, sarò studente di Nutrizione Umana nella laurea magistrale in Biologia. In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *