Trasporto attivo secondario: caratteristiche e tipi

Il trasporto attivo secondario è un fenomeno che consente il trasporto di sostanze contro gradiente di concentrazione sfruttando il movimento di una seconda sostanza che si muove, invece, secondo gradiente di concentrazione.

Nel trasporto secondario non viene speso direttamente ATP, ma viene sfruttata la differenza di potenziale elettrochimico creata dai meccanismi di trasporto attivo primario.
Anche il trasporto secondario, essendo comunque un trasporto attivo, si basa sul consumo di molecole di ATP ma l’idrolisi non è direttamente collegata con il trasporto ma è fondamentale per generare e mantenere i gradienti ai due lati delle membrane biologiche.



Come tutti i trasporti mediati anche il trasporto attivo secondario segue una cinetica di saturazione (ne abbiamo parlato qui). La differenza con il trasporto primario è che non sono coinvolte pompe ma proteine carrier.

Antiporto, simporto, uniporto

Esistono due forme di trasporto secondario: uniporto e cotrasporto.

Fonte: Di de:User:Zoph (originally uploaded on 20th May 2005) – Original file frome de.wiki, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=854688

Uniporto

L’uniporto è il trasporto di una sola sostanza che si muove sfruttando la differenza di potenziale elettrochimico creato dai fenomeni di trasporto attivo primario.

Cotrasporto

È il trasporto contemporaneo di due specie ioniche o di altri soluti. Si divide in antiporto e uniporto:

  • L’antiporto è il trasporto contemporaneo di due specie ioniche o di altri soluti che si muovono in direzioni opposte attraverso la membrana. Una delle due sostanze si muove secondo gradiente di concentrazione, mentre l’altra si muove contro gradiente di concentrazione. L’energia generata dal trasporto secondo gradiente permette il trasporto della seconda specie contro gradiente di concentrazione.
  • Il simporto usa, analogamente all’antiporto, il flusso di un soluto secondo gradiente per muovere un’altra molecola contro gradiente ma le due molecole si muovono nella stessa direzione.

Alcuni esempi di trasporto attivo secondario

I più comuni sistemi di trasporto attivo secondario sono guidati dai gradienti generati dall’attività della pompa sodio-potassio, che si trova sulla membrana plasmatica di tutti i tipi cellulari.



Alcuni esempi sono:

  • Simporto sodio-amminoacidi (entrano in cellula ioni sodio e amminoacidi). Leggi i nostri appunti
  • Antiporto sodio-calcio, che contribuisce al mantenimento dell’omeostasi intracellulare degli ioni calcio (che ricordiamo devono essere presenti in basse concentrazioni, perché il calcio è un secondo messaggero). Leggi i nostri appunti
  • Simporto sodio-glucosio, presente nella membrana apicale dell’epitelio dell’intestino tenue e del tubulo contorto prossimale. Leggi i nostri appunti

Autore dell'articolo: Admin

Laureato con 110 e lode alla triennale in Scienze Biologiche e, da Ottobre, sarò studente di Nutrizione Umana nella laurea magistrale in Biologia. In questo sito voglio mettere a disposizione, gratuitamente, tutti gli appunti che mi hanno aiutato a sostenere tutti gli esami della triennale. Potete acquistare, direttamente dal sito, i libri di testo e non solo. Una cortesia: disattivate AdBlock, le pubblicità mi aiutano a finanziare questo progetto..a voi non costa nulla!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *